Un ufficio in outsourcing per il tuo export
647
post-template-default,single,single-post,postid-647,single-format-standard,bridge-core-2.1.1,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-19.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

Un ufficio in outsourcing per il tuo export

Presidiare i mercati lontani, come quello asiatico per esempio, è fonte di costi ed investimenti importanti. Sappiamo quanto sia fondamentale la presenza fisica per seguire costantemente i clienti acquisiti o trovarne dei nuovi, gestire le vendite, garantirsi i pagamenti, operare sul campo strategie di marketing o svolgere una semplice analisi di mercato. Sono voci di budget pesanti, specialmente per le PMI che hanno tanta voglia di espandersi ma poca forza per poter agire. La soluzione è stata individuata nell’avere non solo un export manager dedicato, ma anche un presidio in outsourcing nell’area d’intervento; una vera e propria base commerciale e staff multilingua per poter intervenire con efficacia nel mercato individuato. La piccola impresa è così in grado di pianificare, con il suo export manager dedicato, un intervento “su misura”, mirato, contenendo al massimo i costi. La struttura è stata costruita nel Sud Est Asiatico, area di grande importanza ed in forte crescita. Il presidio in outsourcing si trova a Bangkok, strategicamente e logisticamente posizionata al centro dell’area ASEAN. Da qui sono stati coordinati diversi progetti di internazionalizzazione, soprattutto nei settori food & beverage, luxury, design, ecologia e servizi. Thailandia, Singapore, Indonesia, Taiwan, Corea del Sud e Giappone i paesi d’intervento, dove sono ormai consolidati i rapporti con numerosi importatori, distributori, buyers ed istituzioni.

Antonio Baiano
info@antoniobaiano.it